(7) Le potenzialità educative dello spazio “aperto” - 1^ edizione

Posti disponibili 3/70
Destinatari Docente Scuola Infanzia/Educatrice Nido Integrato
Relatori Prof. Stefan Von Prondzinski
Posti minimo 15
Posti massimo 70
Contributo richiesto 30,00 €
Ore 4,0
Descrizione

Aprirsi all’educazione con maggiore fiducia nelle potenzialità dei bambini e delle bambine,
aprendo le “porte interiori”, riducendo i propri timori e mettendosi in gioco, scoprendo insieme ai piccoli le
potenzialità educative dello “spazio aperto”!


Obiettivi:
· Approfondire i valori del benessere dei bambini e dello stare bene con gli altri.
· Conoscere i principi dell’educazione inclusiva al gioco libero, al benessere, all’autodeterminazione e allo
stare bene con gli altri.
· Conoscere i fattori contestuali positivi e negativi degli spazi interni e degli spazi esterni, che interferiscono
sul benessere, sul gioco libero, sull’autodeterminazione e sul potenziamento di ogni bambina e di ogni
bambino.
· Conoscere il potenziale dell’educazione in contesti aperti e conoscere il potenziale della propria apertura
verso un’educazione aperta.


Finalità:
Il corso di formazione “Le potenzialità educative dello spazio aperto” offre ai partecipanti la possibilità di
riflettere sulle caratteristiche e le qualità contestuali, con particolare attenzione a quelli esterni, capaci di
sviluppare potenzialità di gioco libero, di relazione, di autonomia, di creatività e di apprendimento in ogni
persona, inclusa la persona con disabilità e/o con difficoltà nello sviluppo, rispettando la sua diversità, unicità
ed autodeterminazione. Non verranno presentate ricette o metodi che forniscono “la risposta” alle domande
del come, quando, quanto e per chi adattare e modificare il contesto esterno e/o interno, ma durante il
corso si cercherà di riflettere sulle proprie scelte educative con riferimento al benessere, allo stare bene con
gli altri e al potenziamento. Ogni eventuale dubbio verrà premiato con una nuova percezione del bambino e
della bambina e una diversa concezione dei differenti bisogni dei bambini, al fine di potersi aprire verso
un’educazione sempre più inclusiva.